30 Apr

Il centenario di Asger Jorn tra Danimarca e Liguria

«Che cosa posso dire delle mie intenzioni pittoriche, quando inizio un quadro per raffigurare un bell’albero e finisco con un gatto bianco? Si pretende che io controlli tutto questo, ma non è possibile. È una battaglia perpetua fra il dipinto e me: lui corre avanti, non sempre riesco ad averne ragione e molte volte, all’ultimo, è lui che ha sempre ragione su di me».

Asger Jorn, giovane artista danese, arriva per la prima volta in Liguria nel 1937, ad Albissola, ospite di Lucio Fontana. A 23 anni, si permette il viaggio con quello che aveva guadagnato dalla decorazione del Padiglione dei Tempi nuovi all’Esposizione universale di Parigi, dove era stato chiamato da Le Corbusier.
Nel marzo 1954 torna in Italia, arriva a Milano in treno, invitato da Enrico Baj:  «Il vichingo arrivò il 28 marzo, a mezzogiorno, con armi e bagagli: zaino, tenda da campo e un violino». Ad Albissola Jorn si stabilisce per 14 anni, sperimentando il particolare clima artistico di quegli anni legato all’uso della ceramica nell’arte contemporanea, compra una casa in collina, la ristruttura e la trasforma nel suo atelier artistico. Nel 1970, tre anni prima di morire, decide di lasciarla in eredità, con circa 150 sue opere all’interno, al Comune di Albissola perché diventi un museo.
Il forte legame dell’artista con la Liguria giustifica quanto si svolgerà tra Albissola e Savona nei prossimi mesi, in occasione del centenario della nascita di Jorn (1914-2014). Tra le sedi di questa sorta di  “omaggio diffuso” ligure c’è la Fabbrica Ceramiche San Giorgio di Albissola, dove l’artista lavorò a fianco di Giovanni Poggi, e che Jorn stesso definì “la fabbrica dei sogni”, il luogo magico dove tutto prendeva forma e diventava realtà.

Dopo alcuni anni di restauri e grazie alla partecipazione di partner e sponsor pubblici e privati in ambito italiano ed europeo, il prossimo 3 maggio la casa museo di Jorn ad Albissola torna ad essere visitabile al pubblico.

Foto Bartoli 1973 C

Casa Museo Jorn, Albissola Marina, Foto Bartoli 1973.

Foto Bartoli 1973

Casa Museo Jorn, Albissola Marina, Foto Bartoli 1973.

Foto Bartoli 1973 B

Casa Museo Jorn, Albissola Marina, Foto Bartoli 1973.

Dal 17 maggio al 7 settembre 2014 gli eventi per il centenario prevedono quattro sedi espositive tra Albissola e Savona:

– JORN E IL CONTESTO INTERNAZIONALE (Pinacoteca Civica di Savona)
– JORN COLLECTION (Exhibition Centre di Albissola Marina)
– “CARO ASGER… LA CASA E’ PRONTA” BERTO (Casa Museo Jorn – Albissola Marina)
–  “LA FABBRICA DEI SOGNI” (Ceramiche San Giorgio – Albissola Marina)

Il centenario viene ovviamente festeggiato anche in Danimarca. A febbraio, nel corso delle cerimonie ufficiali a Copenaghen, il maestro Giovanni Poggi è stato ricevuto dalla principessa ereditaria Mary.
Una mostra è in corso (28 febbraio – 15 giugno) alla Galleria Nazionale Danese (States Museum for Kunst) di Copenaghen ed un’altra parallelamente (1 marzo – 14 settembre) al Museo Asger Jorn di Silkeborg.

Un volume sull’attività artistica di Jorn in Italia, ad opera di Ursula Lehmann Brockhaus, è stato recentemente tradotto e presentato a Savona.
Interessante è l’articolo di Sebastiano Grasso per il corriere.it, dove si trova un quadro generale sull’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *